E' online il numero 44 di n+1

Invitiamo tutti ad abbonarsi comunque alla copia cartacea per aiutarci a mantenere questo tipo di diffusione, ad esempio presso le biblioteche.

n+1 rivista n°44

Editoriale: Duecento anni nel nome di Marx

Articoli: Marx 1818-2018 - Imperialismo in salsa cinese - Plaidoyer per il cemento - A che punto è la "crisi" - Comunismo e agricoltura

Terra di confine: Il capitalismo non è eterno

Rassegna: Dennett, Dai batteri a Bach e ritorno

Doppia direzione: La misura e la scienza - La sovrapposizione fra modi di produzione

Appuntamenti

14-16

Dic

72° incontro redazionale
Temi: - Taylorismo, managerialismo e impersonalità del Capitale, - Lo stato a pezzi, - Fiorite primavere delle rivoluzioni, - Prospettiva di lavoro. Leggi la locandina >>>

21-23

Set

71° incontro redazionale
Temi: - Le rivoluzioni come fatto fisico, - Gli enciclopedisti e la rivoluzione europea, - Sintomatici consensi, - Prospettiva di lavoro. Leggi la locandina >>>

19

Mag

Conferenza, ore 16.30
c/o Il Cosmonauta, via dei Giardini 11 Viterbo

A cinquant'anni dal '68.

65° incontro redazionale, 10-11-12 marzo 2017 Torino

L'incontro si terrà a Torino presso la nuova sede di n+1 con il seguente programma:

- Teoria della conoscenza. La realtà e i suoi modelli

Continua il lavoro collegato alla teoria marxista della conoscenza. Questa volta affronteremo l'argomento dei modelli che l'uomo si dà per conoscere. Come è scritto nel testo Elementi dell'economia marxista, "La forma più completa e soddisfacente di una legge scientifica è quella di una relazione tra quantità misurabili (formula matematica). I sistemi di cifre e le relazioni di simboli matematici tendono a stabilire risultati validi per tutti i ricercatori, o almeno trasferibili in campi più vasti senza che siano deformati facilmente da particolari interpretazioni. Di alto interesse a tal uopo, al fine di dare un valore oggettivo reale e materiale alla conoscenza umana, sarà l'esame di algoritmi moderni che hanno raggiunto tale potenza da lavorare e camminare per conto loro in certo senso fuori della coscienza e dell'intelligenza, e come vere macchine per conoscere. La loro scienza diviene non più fatto dell'io, ma fatto sociale". Vedremo come il bisogno di modelli della realtà non sia un fatto recente ma addirittura faccia parte della storia evolutiva dell'uomo.

- La Frazione all'estero e la Guerra di Spagna

Dopo la vittoria del Fronte Popolare alle elezioni del 16 febbraio 1936, la destra e l'esercito spagnoli organizzano un colpo di Stato. In seguito al "pronunciamento" militare, il proletariato di Barcellona, Madrid, Valencia e di altre città, insorge e proclama lo sciopero generale. Ma dopo pochi giorni si trova di fronte a un bivio: o rompe, oltre che con il "clerico-fascismo", anche con lo "stato democratico", oppure finisce per subordinarsi ad esso. Per trotskisti e anarchici in Spagna è in corso una rivoluzione sociale; per la "Frazione italiana della Sinistra Comunista" all'iniziale sollevazione proletaria è subito seguita una guerra imperialista e, attraverso le riviste Prometeo e Bilan, denuncia la funzione controrivoluzionaria dell'antifascismo, anche a costo di subire una scissione che assottiglierà i suoi effettivi. Anche in questo caso, la frattura tra realtà e percezione produce mostruose alleanze basate sulla partigianeria per l'una o per l'altra parte.

- Sincronia

La "guerra infinita" in corso da decenni produce effetti sanguinosi sia con la serie di guerre civili combattute sulle macerie di stati collassati, sia in un conflitto, latente o palese, nelle metropoli del pianeta. È il risultato inevitabile dell'inceppamento dei meccanismi economici e politici capitalistici, processo irreversibile che si espande a macchia d'olio. In questo grande marasma sociale, già ampiamente in corso, quali sono i compiti delle forze rivoluzionarie per essere in sintonia con le grandi trasformazioni in corso? Proveremo a delinearle nel corso della relazione.

- Prospettiva di lavoro

La sistemazione della nuova sede di n+1 procede, ed è passata dal lavoro di ristrutturazione dell'edificio a quello di ordinamento del materiale, come quello dell'archivio storico, del magazzino pubblicazioni, della biblioteca, ecc. La logistica degli incontri redazionali che vedono presenti numerosi compagni si è rivelata funzionale e snella, mentre incomincia a funzionare l'apporto costante nel tempo – individuale o di piccoli gruppi – da parte di compagni non residenti in loco.

 

L'incontro redazionale potrà essere seguito anche attraverso Skype. Per collegarsi, inviare la richiesta di contatto al nostro account (ennepiuuno). L'inizio delle relazioni è previsto per le ore 9.00 di sabato 11 marzo.

Materiale ricevuto

Lavori in corso

Doppia direzione

  • Ancora superimperialismo
    Devo dire che la vostra riunione sulla guerra irachena come "capitolo di una guerra generale" mi ha lasciato un po'…
  • Parole d'ordine a ruota libera
    La guerra è un grosso problema e capire quella d'oggi non è facile. È vero, come dite, che si deve…

Rivista n°43, aprile 2018

copertina n°43f6Editoriale: Si fa presto a dire moneta
f6Articoli: Dimenticare Babilonia - L'eredità problematica
f6Rassegna: Il missil prodigo - Big data a tutto spiano - Mangime standard per umani - Elezioni pop
f6Terra di confine: Elementare, Watson
f6Spaccio al bestione trionfante: L'urlo del bonobo
f6Recensione: Verso un nuovo paradigma
f6Doppia direzione: Lavorare è bello

Raccolta della rivista n+1

Newsletter 232, 12 febbraio 2019

f6Per qualche dollaro in meno
f6La lunga notte della sonda cinese
f6Le nuove armi di Pechino
f6Shutdown
f6Venezuela
f6La valle della morte
f6Italia
f6Gilet gialli

Leggi la newsletter 232
Leggi le altre newsletter

Abbonati alla rivista

Per abbonarti (euro 20, minimo 4 numeri) richiedi l'ultimo numero uscito, te lo invieremo gratuitamente con allegato un bollettino di Conto Corrente Postale prestampato.
Scrivi a : mail2

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter quindicinale di n+1.

Invia una mail a indirizzo email