60° incontro redazionale, 23-24-25 ottobre 2015 Torino

L'incontro si svolgerà presso l'Hotel Sharing di Torino con il seguente programma:

- Presentazione programma lavori
L'economia mondiale e la Grande Confessione di Impotenza da parte degli Stati. Caos geopolitico in Medio Oriente.

Relazioni sui temi:

- Ulteriori appunti per una teoria rivoluzionaria della conoscenza
La separazione fra discipline scientifiche e umanistiche ha comportato un'inversione storica micidiale: invece del controllo umano sui fatti materiali, si è avuto il dominio delle idee, per cui la tecnologia e la scienza sono viste come semplici supporti strumentali alla conoscenza se non nemiche in quanto tali. In questa società che vanta potenti computer, automazione spinta e reti vastissime non si riesce nemmeno a capire che siamo noi a trasporre nelle macchine parte di noi stessi e non viceversa. Ma siamo noi, fin da quando un essere unicellulare ha incominciato a muoversi in cerca di cibo, gli esseri informati, cibernetici, capaci di elaborare in base a leggi e teorie, mentre le macchine sono soltanto una copia delle nostre facoltà, una proiezione del corpo e del cervello, una protesi che questa società non sa neppure utilizzare. L'industria in senso lato è la vera antropologia (Marx, Manoscritti del 1844), mentre lo pseudo-umanesimo attuale, riaffermando il dualismo uomo/natura, pensiero/materia, sguazza nei residui del nostro essere animali da troppo poco tempo evoluti.

- Genesi e sviluppo della politica borghese
Crisi della politica e dissoluzione delle sue categorie sono conseguenze del collasso degli stati nazionali. Storicamente, dall'epoca di Machiavelli in poi, lo sviluppo della politica borghese è avvenuto parallelamente a quello degli stati nazionali ed entrambi sono diventati lo strumento essenziale attraverso cui la borghesia ha rappresentato e difeso ferocemente i suoi interessi. In quanto classe dominante più potente della storia, la borghesia ha dovuto abbandonare le ultime proprietà etiche della sua teoria dello Stato. Oggi lo spazio per qualsiasi mediazione in tutte le possibili variabili sparisce e nessuna opposizione è compatibile con il rispetto dell'ordinamento sociale capitalistico. Ciò è valido non solo per le formazioni politiche emanate dalla borghesia ma anche per quelle "sindacali", cioè tutte quelle che rivendicano un miglioramento di qualche aspetto della società così com'è. La necrosi del modo di produzione capitalistico porta questo processo alle estreme conseguenze ed impone uno spartiacque netto tra chi lavora per la distruzione di questa società e chi lavora per la sua conservazione.

- La nuova sede di "n+1"
Proseguono i lavori per la nuova sede. Tabella di marcia nell'immediato. Prospettive. Resoconti sulle varie attività generali e locali.

Leggi il resoconto dell'incontro

 

L'incontro redazionale potrà essere seguito anche attraverso Skype. Chi volesse collegarsi deve inviare la richiesta di contatto al nostro account Skype ennepiuuno. Skype supporta max 25 collegati, pertanto accetteremo le prime 25 richieste di contatto che arriveranno all'account a partire da giovedì 22 ottobre.
L'inizio delle relazioni è previsto per le ore 9.00 di sabato 24 ottobre.

Rivista n°42, ottobre 2017

copertina n°42f6Editoriale: L'immane mistificazione
f6Articoli: La socializzazione fascista e il comunismo - Cento anni dall'Ottobre
f6Rassegna: Uragani d'America - Irma o della crescita esponenziale dei danni - Ricordate Katrina? - Occupy Wall Street non nasce dal niente - Gli orti urbani - Catastrofe sociale dei lavoretti
f6Terra di confine: La dimora dell'uomo (domani)
f6Recensione: Coppi, Bartali e i vaccini
f6Doppia direzione: Lavorare è bello
f6Spaccio al bestione trionfante: Riscontro "psicologico" - Fazioni in lotta

Raccolta della rivista n+1

Newsletter 228, 29 aprile 2018

f6Socialismo, dove?
f6Le mezze classi inglesi e l'austerity
f6Il gorilla
f6Metamorfosi
f6Viva Bio
f6Integrando
f6Guardie e ladri
f6Terre amare

Leggi la newsletter 228
Leggi le altre newsletter

Abbonati alla rivista

Per abbonarti (euro 20, minimo 4 numeri) richiedi l'ultimo numero uscito, te lo invieremo gratuitamente con allegato un bollettino di Conto Corrente Postale prestampato.
Scrivi a : mail2

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter quindicinale di n+1.

Invia una mail a indirizzo email