61° incontro redazionale - Resoconto

Il 18-19-20 marzo scorso si è svolto a Torino il 61° incontro redazionale di n+1, a cui hanno partecipato una trentina di compagni da varie località. Ristretta alla "rete di lavoro", la riunione è stata anche un'occasione per festeggiare la conclusione della prima fase dei lavori nella nuova sede. L'atmosfera è stata conviviale e dopo il termine delle relazioni le discussioni e l'approfondimento sono continuati.

Di seguito i link alle tracce e agli appunti utilizzati per le relazioni di sabato 19:

La rivoluzione militare: il contrattacco dell'Armata Rossa in Polonia
Genesi e sviluppo della politica borghese (parte seconda)
Appunti su "Lezioni di futuro" di Nòva24 (prima parte)
Appunti su "Lezioni di futuro" di Nòva24 (seconda parte)

La domenica mattina, oltre a riprendere i temi trattati dai relatori il giorno prima, abbiamo fatto il punto sulla situazione generale in cui versa il capitalismo.

I banchieri centrali europei continuano a credere che per il rilancio della cosiddetta economia reale sia necessaria la creazione di moneta. La Bce ha preso atto che gli interventi di quantitative easing non hanno funzionato, perciò il programma d'acquisto di titoli è stato ampliato di altri 20 miliardi, raggiungendo quota 80 miliardi al mese. Il malato non risponde agli stimoli e per tutta risposta si aumenta la dose.

Nel giro di pochi decenni si è passati dal keynesismo al liberismo dei Chicago Boys, per arrivare al "capitalismo compassionevole" di Matteo Renzi & C. Peccato che il sistema sia in overdose, e non sarà certo una microscopica "distribuzione del reddito" a modificare l'andamento economico. Se anche, per miracolo, l'economia capitalista dovesse ripartire, dovrebbe fare i conti con il capitale fittizio congelato che si precipiterebbe sui settori in crescita provocando dei disastri immani.

Cresce la miseria, e l'economia non reagisce più agli incentivi di governi e organismi sovranazionali. Il capitalismo avrebbe bisogno di un governo unico mondiale, una sorta di fascismo globale 2.0. Ma chi ha l'autorità e la forza per realizzare un così ambizioso progetto?

I capitali sono senza capitalisti e i capitalisti sono senza capitali. Bruno Rizzi e James Burnham a loro modo hanno analizzato l'argomento, il primo nel libro La burocratizzazione del mondo e il secondo in La rivoluzione manageriale. Con l'avvento dei manager e lo sviluppo delle società per azioni quello che conta non è tanto il possesso fisico dei capitali ma il loro controllo. Il tutto è stato sistemato scientificamente dalla nostra corrente in Proprietà e Capitale, testo per noi fondamentale.

Prospettive: dopo una serie di esperienze siamo arrivati a fare un certo lavoro, quello che trova forma nella rivista; la cosa più utile che possiamo fare è sentirci parte di una ben precisa corrente storica e agire in continuità con essa: dobbiamo aspettarci i risultati quantitativi soltanto dalle premesse qualitative. Al momento non ci sono i sintomi di una rottura rivoluzionaria, ma va considerato che i processi storici non sono lineari, specialmente nelle transizioni di fase.

La riunione si è conclusa con alcune considerazioni sulla nuova sede e l'inaugurazione di giugno.

Rivista n°43, aprile 2018

copertina n°43f6Editoriale: Si fa presto a dire moneta
f6Articoli: Dimenticare Babilonia - L'eredità problematica
f6Rassegna: Il missil prodigo - Big data a tutto spiano - Mangime standard per umani - Elezioni pop
f6Terra di confine: Elementare, Watson
f6Spaccio al bestione trionfante: L'urlo del bonobo
f6Recensione: Verso un nuovo paradigma
f6Doppia direzione: Lavorare è bello

Raccolta della rivista n+1

Newsletter 230, 18 ottobre 2018

f6Bomba a orologeria
f6Uno schema Ponzi per sé stessi
f6Umanità minore
f6C'era una volta la teoria del valore
f6Il paradosso di Fermi
f6Il non-Statuto dei gig-lavoratori
f6La strana storia del reddito di base
f6Spread

Leggi la newsletter 230
Leggi le altre newsletter

Abbonati alla rivista

Per abbonarti (euro 20, minimo 4 numeri) richiedi l'ultimo numero uscito, te lo invieremo gratuitamente con allegato un bollettino di Conto Corrente Postale prestampato.
Scrivi a : mail2

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter quindicinale di n+1.

Invia una mail a indirizzo email