Appuntamenti

55° incontro redazionale - Resoconto

Pubblicato in Resoconti Sabato, 22 Marzo 2014
Il 55° incontro redazionale di n+1 (14-15-16 marzo 2014, Torino), presenti una quarantina di compagni, si è svolto in un'atmosfera frizzante e conviviale. Chi non ha potuto partecipare personalmente alla riunione si è collegato via Skype e ha seguito le relazioni da casa. Le teleconferenze sono uno strumento importante per accorciare le distanze geografiche e mantenere i contatti tra i compagni. La relazione di sabato mattina, intitolata Ma in Italia, c'è stato un feudalesimo?, ha preso le mosse da Le Formen dei Grundrisse, in cui la storia della specie umana viene trattata come unico processo di dissoluzione/avvento dal comunismo (originario)…
L'incontro aperto a tutti i lettori si svolgerà presso l'Hotel Sharing di Torino con il seguente programma: - presentazione programma lavori. Panoramica sulla situazione economica e sociale: continua il collasso dei fattori della produzione; la società italiana sempre più nel caos politico; collasso in Medio Oriente; sincronia delle rivolte sociali in mezzo mondo; Bitcoin: il Capitale autonomizzato esce dal circuito di controllo degli Stati. Relazioni sui temi: - Lotta di classe: invarianti e trasformazioniL'azione di massa spontanea contro insostenibili condizioni di vita o per miglioramenti economici non è in grado di assicurare ai lavoratori una vittoria politica ma fornisce i…
Storia e progetto di lavoro della rivista n+1. L'anticapitalismo antiparlamentare del movimento Occupy Wall Street. Rivolte e marasma sociale: dal confuso incendio delle banlieues francesi all'assalto del parlamento e dei ministeri in Ucraina. *** La prima ondata di rivolta sociale violenta anti-stato partì qualche anno fa dalla Francia e sfiorò l'Inghilterra. La seconda ondata con la cosiddetta rivoluzione arancione in Ucraina, cui seguirono le ribellioni in Georgia, Grecia, Libano, Kirghizistan. La terza ondata dalla Spagna e dalla Tunisia, si allargò all'Egitto e agli Stati Uniti, allo Yemen, per sfociare in aperta guerra civile in Libia e Siria. Si incominciò a…
Passaggi obbligati Dal fascismo in poi il sindacato moderno è integrato nello Stato in modo irreversibile, ma proprio per questo il lavoro sindacale è indispensabile: nessuna rivoluzione è possibile senza che si sviluppino forti organizzazioni immediate. Non si tratta di "scegliere" se lavorare nei sindacati attuali o lavorare per dar vita a nuovi organismi: questo è un falso problema. I comunisti lavorano dovunque sia possibile per favorire la lotta di classe "nella misura in cui i reali rapporti di forza lo consentono".Poiché l'inquadramento organizzativo a livello economico è estremamente importante, diventa necessaria l'autonomia sindacale. Ma come la si conquista? Se…
L'incontro si svolgerà presso l'Hotel Sharing di Torino con il seguente programma: - presentazione programma lavori. Panoramica sulla situazione economica e sociale. Relazioni sui temi: - Sodoma e MammonaIl Dio-capitale è passato dalla volontà di distruggere l’omosessualità, sulla scorta della tradizione del dio biblico che lo ha nutrito pargoletto, alla capacità di assimilazione della stessa, ora che per non morire è disposto a vendersi l’anima al diavolo. Vedremo gli aspetti economici e politici di questo cambiamento avvenuto dagli anni ’70 ad oggi. E daremo un’occhiata ai riflessi ideologici che ne sono derivati nella tradizione della sinistra borghese, erede del PCI,…
Una utopia su basi scientifiche è ancora utopia? Lo sviluppo della forza produttiva sociale all’interno di ogni modo di produzione getta le basi per la società successiva. Fenomeni attuali, come la grande espansione delle attività "peer to peer", l'enorme potenziale di pianificazione, l'emergere di progetti per forme sociali non capitalistiche, testimoniano il bisogno di una produzione non alienata, in grado di fornire beni senza la mediazione del denaro. I progressi straordinari nel campo dell’informatica, delle telecomunicazioni, della cibernetica rendono evidente la possibilità di un ricambio organico tra l’uomo e la natura non più regolato dalle leggi del Capitale. Dal ventre…

53° incontro redazionale - Resoconto

Pubblicato in Resoconti Giovedì, 10 Ottobre 2013
All'incontro d'autunno (sabato 16 e domenica 17 settembre) hanno partecipato 35 compagni, più alcuni che hanno seguito via Skype. Le due giornate si sono svolte secondo il programma inviato alla nostra rete di lavoro, allargata come di consueto a chi ci frequenta abitualmente (l'invito allargato all'intera mailing list di n+1 è quello di primavera). Con la prima relazione, intitolata "Una cosa che chiamiamo arte – Storia del rovesciamento della prassi" – è stata ripresa l'antica "questione" già posta sul tappeto con la "Proletkult" contro cui si scagliò Lenin in pieno svolgimento rivoluzionario e canonizzata in termini stalinisti con l'avvento del…
L'incontro si svolgerà presso l'Hotel Sharing di Torino con il seguente programma: - presentazione programma lavori. Panoramica sulla situazione economica e sociale: crollo dei fattori della produzione; caos politico in Italia; collasso in Egitto; manovre di guerra in Siria. Relazioni sui temi: - Una cosa che chiamiamo arteNella Encyclopédie la voce "Arte" è scritta da Diderot e inizia così: "Termine astratto e metafisico. Si incomincia col fare osservazioni sulla natura, sull'utilità, sull'impiego, sulle qualità degli esseri e dei loro simboli; dopo di che si attribuisce il nome di scienza, di arte o di disciplina in generale al punto centrale in…
L'incontro si svolgerà presso l'Hotel Sharing di Torino con il seguente programma: - Presentazione programma lavori (la sequenza delle relazioni potrebbe essere cambiata). Panoramica sulla situazione economica e sociale. Sesto anno di "crisi". Ancora caos politico in Italia. Nord Africa: assenza di Stato e lotta di classe. Turchia. Relazioni sui temi: - (Im)potenze militariNella fase ascendente del capitalismo la guerra ha avuto una funzione di stimolo rispetto alla formazione dello stato nazionale. Alcune strutture portanti del quale, come la banca centrale, l’apparato fiscale, l’esercito, hanno preso corpo proprio in relazione a eventi bellici. Welfare e warfare sono state  le due facce della…

3 maggio 2013 Torino, ore 21.00

Pubblicato in Riunioni pubbliche locali Mercoledì, 01 Maggio 2013
Riunione sul tema:Presentazione del nuovo numero della rivista. "Contributi alla teoria della conoscenza". L'incontro si svolgerà in Via Andrea Massena 50/a, Torino.
Pagina 5 di 6

Rivista n°48, dicembre 2020

copertina n°48

Editoriale
Gemeinwesen

Articolo
Contributo per una teoria comunista dello Stato

Raccolta della rivista n+1

Newsletter 242, 29 dicembre 2020

f6Cronache da Virolandia

f6Shopping assassino

f6Con matita e righello

f6Dati meno inaffidabili

f6Boh

f6Interclassismo risorgente e tenace

f6Artico in dissoluzione

Leggi la newsletter 242
Leggi le altre newsletter

Abbonati alla rivista

Per abbonarti (euro 20, minimo 4 numeri) richiedi l'ultimo numero uscito, te lo invieremo gratuitamente con allegato un bollettino di Conto Corrente Postale prestampato.
Scrivi a : mail2

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter quindicinale di n+1.

Invia una mail a indirizzo email