19 settembre 2014 Roma e Torino, ore 21.00

 

A 100 anni dall'inizio della Prima Guerra Mondiale si estende la

Quarta Guerra Mondiale

Venerdì 19 settembre 2014, ore 21, riunione pubblica a:

Roma, Via Galileo Galilei, 57

Torino, Via Massena 50a

La "Guerra Fredda" è stata una guerra internazionale che ha prodotto decine di milioni di morti. L'abbiamo chiamata "Terza Guerra Mondiale". Crollato con l'URSS il sistema bipolare, e quindi quello dei "fronti imperialistici contrapposti", la guerra non è sparita affatto, anzi è diventata endemica, globale come non mai e insaziabile per numero di morti. L'abbiamo chiamata "Quarta Guerra Mondiale" e dura tuttora. (*) Niente di strano, oggi persino il Papa ha fatto cenno a una periodizzazione simile, mentre il suo retroterra gesuitico ha ribadito dalle pagine di Civiltà Cattolica che non tutte le guerre sono uguali e che la Chiesa non può essere "imbelle" per principio. In effetti è in preparazione il terreno per uno scontro di proporzioni mai viste. Pensiamo solo alla progressione dei morti: I GM = 17 milioni; II GM = 70 milioni; III GM 250 milioni. Contare quelli della IV GM in corso sarà impossibile: ormai in guerra muoiono quasi esclusivamente civili, perciò bisogna tener conto dei bombardamenti urbani, della fame, delle malattie, dei profughi, delle deportazioni, delle "pulizie etniche". O rivoluzione o guerra, diceva la nostra corrente 100 anni fa. O rivoluzione o un miliardo di morti nel tentativo di far sopravvivere il Capitale. (**)

(*) Vedere la tabella in http://www.quinterna.org/pubblicazioni/rivista/11/11_rivista.htm del giugno 2003.

(**) L'ipotesi del numero di morti non inferiore al miliardo risale al periodo del confronto atomico (http://it.wikipedia.org/wiki/Terza_guerra_mondiale); oggi i modelli computerizzati basati sulla dinamica dei sistemi presentano scenari apocalittici con 3-4 miliardi di morti (il primo, notissimo, fu Mondo3 del 1972, "I limiti dello sviluppo", scaricabile da https://insightmaker.com/ ).

Rivista n°47, aprile 2020

copertina n°47f6Editoriale: Ingegnerizzazione sociale
f6Articolo: La grande socializzazione. Dal cooperativismo socialdemocratico al corporativismo fascista, dal comunismo di fabbrica alla fabbrica-comunità del padrone illuminista
f6Articolo: Prove di estinzione (la dottrina del rimedio)

Raccolta della rivista n+1

Newsletter 240, 4 giugno 2020

f6Un virus opinabile

f6Riprendono i contagi

f6Ecologia ed ecologismo

f6Necessità del rivolgimento sociale

f6Fine pandemia?

f6Feroce equilibrio darwiniano

f6Rimanere sul mercato

f6Ricchi e poveri

f6Effetti pandemici sull'economia dei maggiori paesi d'Europa

f6Scialuppe di salvataggio

f6Tutto a posto, quindi?

Leggi la newsletter 240 - Leggi le altre newsletter

Abbonati alla rivista

Per abbonarti (euro 20, minimo 4 numeri) richiedi l'ultimo numero uscito, te lo invieremo gratuitamente con allegato un bollettino di Conto Corrente Postale prestampato.
Scrivi a : mail2

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter quindicinale di n+1.

Invia una mail a indirizzo email